LA CANTERA BARABINO & PARTNERS

Formazione sul campo

C’è una parola spagnola che conoscono tutti gli appassionati di sport. Una parola che indica sì i vivai delle squadre di calcio, ma il cui significato va ben oltre quello testuale. Una parola, Cantera, capace di far sognare fin da quando si danno i primi calci a un pallone. È lì, infatti, che nascono i calciatori di domani.

 

Da tifosa e appassionata dello sport più seguito d’Italia ho trovato curioso e affascinante che Barabino&Partners avesse scelto di chiamare il proprio progetto formativo proprio Cantera. Nel suo senso più profondo, infatti, questa parola traccia un legame tra due mondi solo apparentemente distanti. I momenti di apprendimento, l’importanza del lavoro di squadra, l’entusiasmo nell’affrontare sfide sempre nuove, il senso di appartenenza, la condivisione, la costanza e l’impegno sono solo alcuni degli aspetti che ho vissuto in questi mesi di Cantera in B&P e che mi hanno riportato a quando mi allenavo sui campi da calcio.

 

L’allenamento con le learning pill

Fin dai primi passi, l’esperienza da canterana si è rivelata essere una full-immersion, teorica e pratica, nel mondo della comunicazione.  In questo percorso, infatti, i preziosi momenti di formazione teorica offerti dai colleghi hanno accompagnato l’effettiva discesa in campo, permettendomi così di avvicinarmi con maggiore consapevolezza al mestiere del comunicatore.

 

Dal metodo di lettura e analisi dei giornali alla preparazione delle rassegne stampa, dall’identificazione della notizia alla stesura dei comunicati stampa, dall’organizzazione delle conferenze stampa alla gestione dei recall, dalla comunicazione culturale a quella legale, dal media monitoring al crisis management: ecco le learning pill che in questi mesi hanno arricchito, passo dopo passo, la mia “cassetta degli attrezzi”.

 

La “formazione” scende in campo

Nella Cantera di B&P ad accompagnare e rafforzare la teoria c’è la fondamentale formazione pratica con il coinvolgimento da parte dei colleghi in attività di supporto e in progetti di comunicazione di varia natura. È proprio grazie a una di queste esperienze che ho potuto scoprire la bellezza di seguire un’azienda nel processo di ridefinizione della sua corporate identity.

 

Il primo step del progetto è stata l’analisi di benchmarking che ci ha permesso di esaminare sia il contesto in cui opera l’impresa sia le modalità con cui si presentano, in questo caso soprattutto a livello narrativo, le altre società attive nel settore di riferimento. Questa fase di ricerca preliminare è servita per poter poi procedere con una ridefinizione della corporate identity che fosse aggiornata coi trend del settore, oltre che con mission, vision e valori dell’azienda.

 

A questa analisi sono poi seguite la preparazione e la realizzazione dei workshop, il primo dei quali ha messo in luce, grazie a un dialogo continuo col cliente, a quali necessità e desideri rispondesse la volontà di ridefinire la corporate identity. I successivi momenti di brainstorming col team di B&P mi hanno mostrato non solo il modus operandi, ma anche l’importanza di affinare le capacità di ascolto e di decodifica, entrambe fondamentali per comprendere e interpretare al meglio gli obiettivi e i punti di vista del cliente.

 

Questi momenti di confronto e sintesi hanno portato all’identificazione delle tematiche chiave per la nuova corporate identity e alla stesura delle prime proposte di elevator pitch, che ha poi raggiunto la sua forma definitiva durante i successivi incontri col cliente. A partire da questo output, e in coerenza con esso, si è infine passati alla riformulazione della documentazione e dei materiali di presentazione della società per i vari target.

 

Grazie a questa esperienza in particolare ho potuto seguire un progetto di comunicazione in tutte le sue fasi, sviluppando così una visione d’insieme: aver visto i metodi, gli strumenti e i tempi di ogni passaggio mi ha permesso di apprezzare le peculiarità di ciascuno di essi e il valore che hanno assunto nella definizione del quadro finale.

 

Marta Reguzzoni

 

***

 

Contribuire alla formazione sul campo dei giovani è da sempre una vocazione per Barabino & Partners. Per questo, il programma di tirocinio La Cantera è strutturato in modo da coinvolgere i partecipanti rendendoli parte attiva nei progetti di consulenza in comunicazione d’impresa.

La rubrica “Parola ai Giovani” è uno spazio a loro dedicato: la penna (o meglio, la tastiera) va all’entusiasmo, alla curiosità, alla meraviglia di chi intraprende i primi passi di un mestiere, quello del comunicatore, che richiede molta attenzione, grandi capacità e impegno costante. Con l’augurio che qui possano essere raccolti i ricordi dell’inizio di una carriera ricca di soddisfazioni.

categorie: opinioni e attualità