B&PEOPLE, LA FORMAZIONE NELLA COMUNICAZIONE Public Speaking? Non è solo parlare in pubblico

 

Il Presidente Kennedy diceva: “I migliori relatori danno l’impressione di improvvisare, ma in realtà si preparano tutto.” Questo il primo mantra da interiorizzare per una performance di public speaking efficace.

B&People, firma di Barabino & Partners specializzata nella formazione nell’ambito della comunicazione, offre diversi corsi di formazione ad esempio media training, creatività e pensiero laterale, leadership, scrittura creativa, gestione dello stress. Il corso focalizzato sul public speaking insegna a padroneggiare le tecniche che stanno alla base di uno speech incisivo e destinato a rimanere nel ricordo e nelle emozioni di chi ascolta.

Un primo modulo del corso, più teorico, verterà appunto sull’insegnare il metodo corretto per costruire ed effettuare un discorso in pubblico.

Il percorso di formazione in public speaking comprende anche una parte pratica, in cui gli aspiranti relatori vengono messi alla prova e osservati attentamente per consentire loro di imparare a gestire al meglio anche il linguaggio non verbale e quello paraverbale che – come sarà possibile scoprire e approfondire nei corsi di B&People – costituiscono insieme più del 90% della comunicazione.

Infatti, public speaking? Non è solo parlare in pubblico

Circa 40 minuti. Questa la durata complessiva di tre dei più importanti, potenti, ispiranti discorsi degli ultimi 60 anni, pronunciati da personalità ben abituate a parlare in pubblico come Martin Luther King, John Fitzgerald Kennedy e Steve Jobs. Speech che sono passati alla storia rispettivamente come: “I have a dream”, “Ich bin ein berliner” e “Stay hungry stay foolish”.

A restarci nella mente (e nel cuore) sono quindi queste 3 frasi. L’elemento particolarmente interessante è che non in tutti i casi sono le più ripetute; eppure, sono i titoli che tutti diamo a questi discorsi della storia.

La preparazione inizia proprio da qui, dal chiedersi, prima di tutto, “che cosa voglio che rimanga?” anziché “che cosa ho da dire?”. Iniziare la preparazione di un discorso dalla totalità dei contenuti che vogliamo trasmettere, infatti, può non essere una mossa vincente, può creare confusione, generali cali dell’attenzione nel pubblico e, soprattutto, può far perdere di vista i punti realmente importanti per chi parla. Bisogna invece selezionare i messaggi più importanti e strutturarli in modo che restino impressi. Per questo serve apprendere e perfezionare particolari abilità, necessarie a chiunque voglia o debba parlare in pubblico.


categorie: